Cromoterapia
CROMO - RADIONICA  CROMOTERAPIA

Nuovissimo e rivoluzionario metodo NATURALE TERAPEUTICO per il benessere psicofisico, mentale, interiore e per l’equilibrio bio-energetico.

La novità di questo metodo innovativo, consiste nel RIMPIAZZARE costosissime apparecchiature elettroniche per la Cromoterapia le quali incanalano le benefiche frequenze dei colori mediante la stimolazione elettromagnetica cutanea.

Sinteticamente di seguito l’applicazione terapeutica nonché spiegazioni pratiche generali:

Da oggi, grazie al sistema CROMO-RADIONICO, le benefiche frequenze vibratorie sprigionate dai colori, si possono assumere anche tramite un bicchiere d’acqua naturale precedentemente magnetizzato e caricato delle frequenze stesse dei colori per 60 minuti dall’onda di forma del grafico stesso ottimizzato e realizzato dal radiestesista sul paziente, una volta effettuatogli il cromo-test su n.240 colori col biotensor tramite una foto inviata per email ai nostri laboratori radiestesici (per chi fosse interessato alla terapia Cromo-Radionica On-Line, andare al link http://www.biolifestyle.org/it/index.php?pid=51 ), per conoscere quali siano i colori particolarmente positivi. Detto circuito grafico radionico ottimizzato, grazie alla semplice e particolare onda di forma, richiama ed amplifica la vibrazione dei colori testati ed inseriti nel grafico stesso; il tutto verrà poi realizzato su di un foglio A4 per infine spedirlo al paziente il quale lo utilizzerà come magnetizzatore del bicchiere d’ acqua per effettuare la cromo-terapia radionica.

La presenza dell’onda di forma generata dai cerchi concentrici posti al centro della figura dove andrà collocato il bicchiere d’acqua naturale per la carica, veicola la magnetizzazione dello spettro dei colori attivi posti fra il decagono e il cerchio più grande al bicchiere che ne dinamizzerà il contenuto in 60 minuti e che verrà poi assunto dal paziente stesso per non più di 3-4 volte al giorno per un mese o a seconda dei casi testati dallo specialista.

 

MODALITA’ PER L’USO
DEL PERSONALE GRAFICO CROMO-RADIONICO

Per assumere le benefiche frequenze o radiazioni sprigionate dai colori testati su di un paziente mediante l'esame radiestesico su di una fotografia in formato .jpg inviata ai nostri laboratori di radiestesia (qui rogermor@tin.it) ED INTRODOTTI NEL GRAFICO CROMO-RADIONICO (vedi esempio in fondo alla pagina) FRA IL DECAGONO PIU' PICCOLO E IL CERCHIO PIU' GRANDE, è necessario ogni volta magnetizzarsi dell’acqua naturale in un bicchiere di vetro bianco di max 20 cl. col fondo piatto, non a calice e senza scritte pubblicitarie (il tipico bicchiere da trattoria) ponendolo per circa 1 ora al centro dei cerchi concentrici del grafico; dopodiché è possibile assumere l’acqua stessa magnetizzata possibilmente a stomaco vuoto; effettuare questa operazione per non più di 3-4 volte al giorno per un mese/due mesi a seconda dei casi il quale una volta trascorso/i, è possibile rifare ogni ciclo il test per ri-ottimizzare la terapia fino ad esito raggiunto per i più disparati scopi terapeutici olistici.

Un altro interessante metodo e più pratico, è quello di introdurre l'acqua magnetizzata in un flacone sterilizzato col contagocce (vedi foto) per 3/4, aggiungendo il resto con del brandy; quest'ultimo ha la proprietà di conservare la vibrazione dei colori; quindi assumerne 5 gocce sotto la lingua sempre prima di coricarsi (conservare il flacone in frigorifero o al buio lontano da fonti elettromagnetiche).

flacone contagocce

N.b.: è necessario utilizzare il grafico per la carica solamente nei tempi di magnetizzazione prestabiliti, ovvero non più di 4 ore al giorno se assumiamo n.4 bicchieri, in quanto il tempo rimanente della giornata servirà all’onda di forma del circuito grafico radionico a ripristinare la carica magnetica originale dei colori; magnetizzare il bicchiere in un locale dove ci sia una fonte luminosa di colore bianco (mai al buio)

PER QUALSIASI INFORMAZIONE CIRCA LA TERAPIA CROMO-RADIONICA andare al link QUI  

OPPURE ENTRATE NEL FORUM QUI

o CONTATTARE PER EMAIL:

rogermor@tin.it

Ruggero Moretto Tel. 3393884301

Docente di Radionica presso la Scuola di Naturopatia Dynamis di Chiasso (Svizzera)

 

Qui di seguito, Demo di un grafico CromoRadionico realizzato per un paziente-campione (da non utilizzare assolutamente !!!!)  Non si assume alcuna responsabilità per l'utilizzo del Circuito "DIMOSTRATIVO" qui di seguito

Il fine della Cromoterapia Radionica è stimolare l'organismo ad avviare il suo naturale processo di autoguarigione.
La vibrazione che ciascun colore genera nell'organismo rende possibile il riequilibrio di condizioni psico-fisiche alterate sia da errori nel quotidiano stile di vita (per esempio: alimentazione errata, mancanza di esercizio, fumo ed alcool), che originate da fattori estranei alla nostra volontà (incidenti, dispiaceri, emozioni negative).

Informazioni generali

L'idea che il colore influenzi positivamente il benessere, sia fisico che psichico, è vecchia quanto la stessa storia della medicina naturale. Le antiche culture dell'Egitto, del Tibet, della Cina e dell'India conoscevano l'uso terapeutico dei colori già in epoca precristiana. Nel De Medicina di A.C. Celso (I° sec. d.C.), si parla di impiastri colorati di rosso per meglio cicatrizzare le ferite, mentre Avicenna, famoso medico di Bagdad vissuto nell'undicesimo secolo, attribuiva al colore grande importanza sia per la diagnosi che per la cura. In Europa, nel Medioevo, il colore ha avuto il massimo dell'importanza nella medicina ufficiale delle corti Francese ed Inglese: per esempio, nel 1300 al re Edoardo II d'Inghilterra fu consigliato di dimorare in una stanza di colore rosso per combattere il vaiolo. La prima teoria del colore dell'era moderna è di I. Newton che, nel 1666, stabilì l'esistenza dello spettro cromatico composto dai 7 colori fondamentali (che sono quelli dell'arcobaleno: rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e violetto). Le ricerche di altri studiosi, nel secolo scorso, hanno evidenziato come i colori siano energia luminosa quantificabile e misurabile in lunghezze d'onda (angstrom) ed in frequenze (hertz). La frequenza di ciascun colore, pertanto, come quella dei fiori o dei cristalli, può interagire con i campi elettromagnetici del corpo umano (ma anche di piante o animali) producendo effetti di riequilibrio energetico.

I moderni esperimenti scientifici sugli effetti dei vari colori (o composizioni di colori) hanno confermato quanto intuito e praticato nell'antichità: ciascun colore esercita uno specifico riequilibrio su determinate funzioni dell'organismo, in modo da migliorare il benessere generale e le particolari esigenze di ciascuno.

Cromodiagnostica

Come per il livello fisico, anche a livello psichico ogni emozione si realizza facilmente, in noi, in un colore; espressioni come vedere rosso, essere verdi per la rabbia, vedere la vita in rosa, avere una fifa blu non sono altro che la visualizzazione del colore che meglio ci fa inconsciamente interpretare un'emozione.
L'effetto dei colori sulla nostra psiche è tale che gli psicologi riescono a comprendere gli aspetti del carattere, le tendenze ed i problemi del momento in base alla scelta del colore che effettua il paziente.
Il test dei colori di Max Luescher è ormai famoso: fu presentato a Losanna in una conferenza internazionale di medicina nel 1949 e da allora continua ad essere applicato in tutto il mondo.
Questa tecnica, chiamata cromodiagnostica, è una delle svariate applicazioni sull'utilizzo delle vibrazioni di ciascun colore.

Alcune utilizzazioni dei colori

Se l'uso di gemme colorate e vetri risale all'antico Egitto, mentre all'India (centri vibrazionali) e alla Cina (meridiani di agopuntura) è dovuta la corrispondenza dei colori con i vari sistemi energetici dell'organismo, è di recentissima attualità lo studio e la sperimentazione per potenziare i fiori di Bach con la vibrazione del colore corrispondente al loro campo d'azione sulla sfera emozionale e fisica.
 
Altra applicazione del colore, molto importante, è quella della moderna bio-architettura.
I numerosissimi esperimenti effettuati sul colore delle corsie d'ospedale, delle scuole, degli uffici o delle industrie, hanno rivelato come non solo la sensazione di spazio o di caldo e freddo possa variare in base al colore delle pareti e dell'arredamento, ma anche come vengano influenzati il rendimento e la concentrazione. Ma anche queste sperimentazioni della moderna bio-architettura trovano un riscontro nell'architettura del passato.  Un esempio significativo ci è fornito dalle vetrate colorate delle Chiese; il rosso, il porpora, il giallo e il verde, attraverso cui i raggi del sole piovevano sui convenuti (insieme alle preghiere, ai canti ed alla musica dell'organo), certamente realizzavano un insieme di vibrazioni cromatiche (e sonore) dalle incredibili proprietà terapeutiche.

 

N.b.: QUESTE TECNICHE TERAPEUTICHE E DI DIAGNOSI NON SOSTITUISCONO AFFATTO LA MEDICINA UFFICIALE ALLOPATICA E TRADIZIONALE, TUTTAVIA POSSONO ESSERNE UN VALIDO AFFIANCAMENTO

 


MKPortal M1.1.2b ©2003-2007 mkportal.it
Pagina generata in 0.56842 secondi con 13 query