Esperienza Mistica

Ottobre 1998 - La mia Prima Volta

loto

Iniziai la mia pratica contemplativa nel ottobre 1998
(sette mesi dopo l’ingresso nell’Era dell’Acquario)

Quando mi sedetti in zazen (su indicazione di chi ne aveva solo sentito parlare)
senza sapere cosa fosse realmente
pensando che avrebbe un po’ calmato quell’inutile senso di stress
al quale ci si attacca sempre per rientrare di diritto nell’era attuale,
 subito dopo le prime pratiche che non dovevano durare piu di mezz’oretta,
cominciai a provare inizialmente un senso di tranquillità insolita,
spingendomi così da subito ad andare ben oltre i soliti 30 minuti di esercizio
 
Via via nei minuti
in maniera sempre più naturale
    mi rendevo conto che il mio  respiro
    si faceva sempre piu indipendente dalla mia volontà;
pian piano da li in poi,
ogni parola ucciderebbe quell'esperienza
quindi da adesso in avanti, chiamiamola semplicemente
esperienza mistica interiore ben vissuta.

kundalini
 
Il mondo era come prima
nulla era cambiato
e gli oggetti intorno a me
avevano colori molto più vivi e nitidi del solito
in uno scenario strano e surreale
ma più che mai vivo e reale.
 
In quel momento
    m’accorsi che ero sempre stato
e che non avevo bisogno di cercare
perche' era tutto qui quello che ero
e che avevo bisogno,
ma mai fino a quel momento
mi resi conto in maniera cosi marcata di quello che era sempre stato.
 
Immaginate una piramide, (vedi foto)
e di essere un poco al di sopra del vertice;
una piramide pero infinita
2 rette concave
che partono in alto dal vertice
e che non si incontrano mai;
piu scendi di livello e piu si allontanano e più si scopre ogni dualità insita nelle cose, ma per chi inizia questo percorso di ricerca tutto questo è ancora ignoto;
mi trovavo sopra il vertice per un po
come in sospensione
ma poi sono un poco sceso
ed ho scoperto il vertice
e da li capii che tutto da li partiva
ogni cosa
anche se la vedevo come scienza
ma comunque era il tutto
e quando iniziai a concepire il vertice
pian piano senza accorgermi,
sprofondai vertiginosamente nell'ignoranza,
applicando regole fisiche scientifiche e filosofiche ad ogni mio pensiero,
ad ogni intuizione che s’accavallava con altre domande-risposte;
inizialmente sembrava di trovar risposta dall’esperienza,
e qui la mente come un fuoco orgoglioso
prese sempre di piu il sopravvento
fino a piombare nella depressione completa;

 ormai catturato da questo "piccolo ego", m'accorsi così troppo tardi che ogni risposta ad una data domanda genererà sempre per forza di cosa nuovi interrogativi che pretendono a loro volta nuove risposte, generando altri interrogativi ancora, ecc....e cosi ci si lascia sfuggire per l'ennesima volta la vera scienza e realtà cosi' com'è nel qui ed ora (oggettiva o soggettiva che sia).
 
Allora, forte dall'esperienza
rialzai la testa
e mi recai a cercare ogni questione che mi spiegasse che era apparentemente successo quella volta (stavolta però su indicazioni di chi ne sapeva un po’ di più),
per cui,  mi diedi da fare a conoscere approfonditamente piu materie possibili che potevano assomigliare a qualcosa del genere.
 
Piu tardi lo scoprii nei libri di spiritualita' orientale del Maestro
Sri Yukteswar Giri
cio che percepivo in questa esperienza interiore, ripromettendomi (una volta conosciuto a livello mentale di che materia si stava parlando e per sapermi come meglio collocare fra gli umani) di ritornare a quel punto per continuare “quel tipo” di ricerca….intanto nella strada del ritorno da quella esperienza (a quasi metà piramide), imparai il reiki, la radiestesia, la radionica, la cristalloterapia, i rimedi floreali, ecc….ma purtroppo fino ad oggi non sono ancora riuscito a riagganciare quel discorso tenuto in sospeso per continuarlo….

simbolo esperienza

L'insegnamento che questa esperienza mi ha lasciato, è che ogni cosa concepita risulterà essere sempre per definizione un dogma, fino a quando il ricercatore non "lascia cadere" perfino se stesso come dogma, inevitabilmente ogni cosa creerà in lui conflitti all'infinito (in virtu della legge causa-effetto), per cui chi ha questo coraggio di lasciarsi cadere come dogma? Il mettersi in discussione oggi non basta piu...anzi è ancora una posizione di comodo (o per paura di perdere se stessi come nel momento della morte ?? )
I dogmi come la scienza danno una sorta di "sicurezza artefatta" di modo che la mente (ego) possa esistere senza problemi continuando ad alimentare la meschina illusione di se stesso, per cui a lungo andare collasserà sempre di più su se stesso...come la scienza e qualsiasi cosa concepita da una mente ancora in preda alla dualità, quindi il scivolar via dalla dualità la si attua "lasciandosi cadere" PRIMA SE STESSI come dogma mediante la pratica dello zazen.... poi ogni "segreto" verrà spontaneamente svelato e il resto intorno a noi si schiuderà con grande semplicità e naturalezza ed ogni cosa si adeguerà di conseguenza come già avviene per le illusioni: siamo come pensiamo che il mondo sia; tutto questo non lo si realizza nella scienza o nella parascienza e nel ragionamento razionale, ma è "semplicemente" OLTRE tutto ciò: QUESTA PER ME E' LA SCIENZA PER ECCELLENZA da dove dipendono tutte le altre scienze come: filosofia, religione, scienza ufficiale, parascienza, esoterismo, fantasmi, ignoranza, le sette, la medicina, ecc....

Personalmente quella che si chiama conoscenza e che mi permette di fare cio che oggi faccio l'ho da sempre vissuta, sofferta, cercata in prima persona al di fuori di ogni schema, di università, teorie esoteriche alla moda, ecc... ed ho inoltre da sempre scelto "razionalmente" la strada che ho intrapreso; a volte nei momenti di debolezza penso che era meglio restare piu' comodi nelle università, lasciando che altri nel passato col loro coraggio e sacrificio (oltre che magari essere stati bruciati come eretici) permettano a me incravattato ed arrogante del sapere "non mio" di conoscere oggi una realtà realizzata da altri nel passato che talvolta non ha bisogno di essere scoperta.

FRAMMENTI DI CREAZIONE

Pensiero infinito
al di la' del pensiero e del non pensiero
perchè ancora ci meraviglia?

in cerca di evoluzione
attraverso chi non vuole o non ce la fa
vagando quasi inutilmente fra terre vicine e lontane

con diversi nomi
senza nè volti nè sostanza
perchè prodotto dalla creazione del creatore
sotto forma di non forma

non occorre vedere al passato per conoscere
e neanche avere ad una cultura particolare
perchè sempre onnipresente come lo stesso creatore

ognuno dovrebbe definirsi e vedere
secondo la propria epoca, lingua e civiltà,
e visto che in fondo ognuno ha contribuito
alla formazione di questi frammenti di realtà,
si dovrebbe cooperare per il loro completarsi al più presto
perche è il nostro stesso completarsi

Ruggero Moretto

 FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO BASE DI RADIONICA E RADIESTESIA 160Kb - FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO AVANZATO DI RADIONICA E RADIESTESIA 241 Kb - FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO DI GUARIGIONE NATURALE CON LE GUIDE SPIRITUALI E LA RADIESTESIA 94 Kb - DISPENSA CORSO REIKI 1° GRADO 84 Kb - DISPENSA CORSO REIKI 2° GRADO - DISPENSA CORSO REIKI 3° GRADO (MASTER)

>>> Clicca di seguito per acquistare il CD di Meditazione Guidata di Ruggero Moretto (40 Min.)

 


MKPortal M1.1.2b ©2003-2007 mkportal.it
Pagina generata in 0.05213 secondi con 13 query