Kinesiologia

Kinesiologia

kinesiologia

 <<< FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO BASE DI RADIONICA E RADIESTESIA 160Kb - FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO AVANZATO DI RADIONICA E RADIESTESIA 241 Kb - FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO DI GUARIGIONE NATURALE CON LE GUIDE SPIRITUALI E LA RADIESTESIA 94 Kb - DISPENSA CORSO REIKI 1° GRADO 84 Kb - DISPENSA CORSO REIKI 2° GRADO - DISPENSA CORSO REIKI 3° GRADO (MASTER) >>>

La Kinesiologia è un sistema olistico che si avvale di metodi totalmente naturali che consentono al kinesiologo di ottenere informazioni sugli squilibri energetici dell’individuo attraverso l’utilizzo di test muscolari di precisione. Alla base dell’approccio kinesiologico vi è una visione globale e olistica del problema “Salute” che coinvolge i tre aspetti fondamentali dell’essere umano e che insieme concorrono a formare il cosiddetto “Triangolo della Salute” dove lungo i suoi tre lati si sviluppano gli aspetti: STRUTTURA, NUTRIZIONE, MENTALE-EMOTIVO; poiché non dimentichiamo che noi fondamentalmente siamo tre essenze: “quello che facciamo”, “quello che mangiamo” e “quello che pensiamo e proviamo a livello emotivo”. Tanto più questi tre aspetti sono in equilibrio fra loro, tanto più l’individuo mantiene uno stato di salute ottimale.
La comunicazione energetica fra stato mentale, fisico e biochimico avviene attraverso i meridiani. Il lavoro del kinesiologo sulla persona si svolge essenzialmente attraverso una valutazione di tipo energetico volta ad evidenziare quelle aree del corpo che presentano un deficit di energia al fine così di aiutare ed educare il cliente stesso a trovare la chiave corretta per distribuire sufficientemente in modo adeguato l’energia in tutto il corpo. In sostanza la Kinesiologia si avvale di un processo educativo volto a consapevolizzare l’individuo sul suo reale stato di salute per poi indirizzare le sue energie verso il miglioramento e il mantenimento delle sue condizioni di salute.

Generalmente se attraverso il test muscolare scopriamo uno squilibrio il muscolo testato risponde debolmente. In tal caso il compito dell’operatore è quello di trovare su una base prioritaria la tecnica di correzione più adatta in grado di riportare l’equilibrio all’interno del sistema evidenziato attraverso il muscolo inibito. Questo significa che il kinesiologo sempre attraverso il test muscolare eseguito sul muscolo del cliente è in grado di individuare quale è la correzione più efficace, in questo modo non sarà l’operatore a decidere quale tecnica utilizzare per il riequilibrio ma bensì il corpo stesso della persona che sceglierà quindi la correzione migliore in quel momento per quel particolare disturbo. Molto spesso il tipo di correzione che rafforza maggiormente il muscolo precedentemente debole ci indica anche il fattore che contribuisce alla presenza dello squilibrio energetico. Il kinesiologo oltre al proprio bagaglio di esperienza si avvale della conoscenza di un gran numero di tecniche (suoni, colori, affermazioni, punti di digito-pressione, tecniche di rilassamento, giochi che sviluppano l’apprendimento, etc.) in grado di ripristinare e di mantenere l’equilibrio energetico del corpo favorendo così una ripresa ottimale dello stato di salute.
Ogni squilibrio può essere affrontato con tecniche diverse scelte attraverso il test muscolare, tecniche specifiche per ciascun tipo di squilibrio, e scelte attraverso il test muscolare; tecniche idonee a migliorare la capacità della persona di ripristinare l’integrità tra i vari sistemi; tecniche che sollecitano la capacità di autoguarigione e sintonizzano la persona con le proprie risorse e con la propria salute, che come ho già detto è sempre presente nel sistema corpo-mente.
Tutto il lavoro di riequilibrio si svolge nel pieno rispetto della persona che grazie alla sua consapevolezza stabilisce i tempi, le modalità e i vantaggi di un recupero in termini di salute

Quando una persona manifesta un problema o un disturbo, poiché la persona non è fatta a compartimenti stagni, tale problema o disturbo interferisce con tutti quei sistemi che concorrono alla formazione dell’individuo stesso: elettrico, elettromagnetico, fisico, organico, psico-emotivo,… e a più livelli. Attraverso l’osservazione delle dinamiche, ovvero di come questi sistemi interagiscono tra loro, è possibile fare una “indagine di tipo causale” sulle modalità che hanno portato alla comparsa del problema e da dove ha avuto origine lo squilibrio. Ne conviene quindi che tanto più questi aspetti: elettrico, elettromagnetico,… sono in equilibrio tra loro, tanto più è possibile perseguire uno stato di salute ottimale.
Chi lavora con il supporto della Kinesiologia si avvale del ‘Test Muscolare’ per valutare lo stato di salute di un individuo. Il test muscolare costituisce uno degli strumenti usati universalmente in Kinesiologia attraverso il quale il kinesiologo entra nel sistema di comunicazione del corpo per cercare gli squilibri energetici.
Il lavoro del kinesiologo con la persona si svolge essenzialmente attraverso una valutazione, attraverso il test muscolare, dei sistemi energetici e tale valutazione ha l’obiettivo di evidenziare quelle aree del corpo che presentano un deficit o un blocco di energia.
Il lavoro prosegue poi nel rendere partecipe e consapevole la persona di questi blocchi e nell’applicare quei correttivi (tecniche di riequilibrazione) che permettano la rimozione dei blocchi e ristabiliscano il corretto fluire dell’energia lungo i percorsi energetici.

Tutti possono trarre beneficio dalla Kinesiologia, dalla persona ammalata alla persona che si reputa in forma, dall’anziano pensionato al bimbo ancora nel grembo materno. La Kinesiologia riporta l’equilibrio all’interno del corpo rimuovendo ogni forma di stress negativo di tipo fisico, chimico, mentale ed emotivo riportando il corpo in uno stato di salute ottimale in cui esso è in grado di auto- guarirsi. Grazie alla precisione del test muscolare elimina i dubbi su cosa fare per riportare l'equilibrio psico-fisico, poiché permette al corpo di rivelare con precisione dove si annida lo squilibrio energetico e cosa è necessario fare per ripristinare al più presto lo stato di salute. In questo modo i problemi vengono risolti alla loro sorgente e spesso permanentemente. La Kinesiologia è fondamentalmente una metodica preventiva che può essere usata da tutti singolarmente come forma di auto-trattamento, oppure in famiglia o con gli amici

La malattia può essere definita come un accumulo eccessivo di stress di tipo strutturale, chimico, emotivo o mentale che alla lunga può sfociare in un sintomo fisico. Qualunque sia il disturbo che la persona manifesta, esso non è al centro del lavoro che svolgiamo poiché ciò che ci sta a cuore é aiutare la persona a sviluppare quel potenziale di autoguarigione insito nel suo corpo e che aspetta solo di essere liberato.
La Kinesiologia Specializzata non focalizza la propria attenzione sui sintomi specifici o sulla malattia, ma rileva e corregge gli squilibri energetici presenti in tutto l’organismo della persona ponendo particolare attenzione al mantenimento della Salute dell’individuo. L’operatore di Kinesiologia Specializzata non si occupa del sintomo e non fa diagnosi, che restano di pertinenza e competenza medica. Ma partendo dal presupposto che l’intelligenza innata del corpo è in grado di operare tutti quei correttivi utili al mantenimento della salute, usa tutti gli strumenti a sua disposizione affinché la persona possa riorganizzare e ristabilire quell’equilibrio all’interno del quale il sistema trovi l’opportunità per riorganizzarsi; spostando quindi l’attenzione e l’enfasi dal problema al potenziale di salute stabiliamo che: è la persona ad essere al centro del processo, e non la malattia. Ma come identificare il fattore responsabile dello squilibrio energetico e risolvere quindi il problema? La risposta che la Kinesiologia suggerisce è: “chiediamolo ai muscoli del corpo che essendo i terminali del sistema nervoso sono i migliori amplificatori delle problematiche corporee!”. Le correzioni eseguite in Kinesiologia incoraggiano il corpo e la mente a guarirsi da soli qualunque siano i sintomi manifestati. Sarà sempre il test muscolare che ci indicherà la cosa migliore da fare in quel momento indipendentemente dal tipo di disturbo per il quale la persona si è presentata dal Kinesiologo. Nel corso di una seduta kinesiologica l’individuo viene esaminato nella sua totalità e si pensa che ogni squilibrio possa avere molteplici cause da ricercarsi attraverso una attenta analisi ed una accurata osservazione di tutti gli aspetti racchiusi nel già citato ‘Triangolo della Salute’.
In virtù di queste considerazioni può capitare quindi di dover lavorare su un dolore localizzato lungo la schiena facendo uso principalmente di tecniche che agiscono sulla sfera emotiva della persona, oppure di dover lavorare su un’intolleranza alimentare massaggiando alcuni punti riflessi localizzati sul corpo, o ancora di dover lavorare su un problema emotivo trattando manualmente i meridiani di agopuntura. La metodica quindi è di tipo causale in quanto si focalizza sulle possibili cause che hanno dato origine al problema, questo significa che l’applicazione iniziale del metodo è sempre molto simile indipendentemente dal tipo di problema che il cliente manifesta. Il kinesiologo opera utilizzando il modello educativo, il che significa che ogni problema viene affrontato con la collaborazione attiva del cliente che viene educato all’autogestione della propria Salute. Con il supporto della Kinesiologia l’individuo diventa più consapevole dei cambiamenti necessari per migliorare la qualità della propria vita e per fare questo viene messo nella condizione ottimale di poter effettuare questi cambiamenti senza peggiorare ulteriormente il suo stress...

La persona sottoposta al test dovrà congiungere le punte del dito Pollice e Medio della mano destra (nei destrimani, viceversa nei mancini) a formare un cerchio, dovrà quindi esercitare pressione in avvicinamento sulle punte, praticamente stringerle con forza e resistere mentre una persona eserciterà forza in senso opposto, per aprirle. Saggiata la forza e la resistenza offerta, si procede a mettere a contatto del palmo sinistro (destro per i mancini) un alimento o un prodotto qualsiasi (pane, pasta, uovo, carne, latte, formaggio, zucchero, birra, vino, acqua, minerale, vitamina, integratore, farmaco, ecc...) non è necessario stringerlo, comunque si ripieghino le dita ad afferrarlo. Con il prodotto nel palmo si ripete la procedura delle dita nell'altra mano, in base alla forza e alla resistenza dimostrata si capirà se il prodotto è richiesto o compatibile con l'organismo con cui è in contatto oppure se vi è intolleranza o incompatibilità. Maggiori saranno forza e resistenza rispetto al normale (mano libera) e maggiore è la compatibilità, viceversa vi è intolleranza o non-necessità. Si capirà il meccanismo dopo qualche prova, non è difficile. Quando vi è una intolleranza o una incompatibilità grave le dita si apriranno praticamente senza opporre alcuna resistenza, tanto più invece il prodotto è utile o necessario e più difficile diverrà forzare l'apertura delle dita.

Per rendere il test kinesiologico eseguibile da una singola persona, suggerisco di fabbricarsi un piccolo dinamometro per le dita, in modo da avere una misura oggettiva della forza applicata. In tal modo sarà possibile inoltre escludere a priori le possibili interferenze dovute alle eventuali intolleranze della seconda persona. Chiaramente in questo caso il test si effettua non sulla forza necessaria per separare le dita, ma sulla misurazione arbitraria della forza massima sosteniibile per chiuderle, per un secondo circa.

KINIESOMETRO

kiniesometro

PER ENTRARE NEL FORUM DI DISCUSSIONE A TEMA "KINESIOLOGIA", CLICK QUI

Di seguito, illustreremo in video un semplicissimo sistema di autoguarigione naturale attraverso la pratica dell'auto diagnosi kinesiologica che ci permette di effettuare un'auto terapia con le pietre ed i cristalli.

Come prima cosa diciamo che ogni risposta alla quale tutti noi siamo tenuti a conoscere risiede in ogni cosa, in ogni essere vivente, quindi anche in noi.

Ma qual'è la domanda che dovremmo porre a noi stessi?

E' molto semplice: cosa mi serve per ottenere il giusto nutrimento vitale per una vita totalmente armoniosa?

Quindi come possiamo porre a noi stessi questa domanda per ottenere la giusta direttiva?
La risposta è in quella che verrebbe definita l'autodiagnosi kinesiologica della quale vedremo poi come effettuarla su noi stessi.

Ora pero diamo un breve cenno su cio che materialmente puo darci questo giusto nutrimento vitale, aiutandoci a prevenire, e magari anche guarire ogni disarmonia che per ora ancora influenza la nostra vita, e cioe le pietre ed i cristalli.

Tutto cio che sulla terra vive e che conosciamo come vita (aldila dei famosi 5 elementi) l'abbiamo catalogato come segue: il regno umano, il regno animale, il regno vegetale, ed infine il regno minerale (ovvero pietre e cristalli)...quindi ci sorge spontaneo pensare che se la vita è anche nel regno minerale, possiamo attingere risorse vitali anche da questi ultimi....diciamo anche che pietre e cristalli posseggono delle proprietà radioattive (o energetiche) le quali hanno una vibrazione o lunghezza d'onda (o energia vitale) propria ciascuno secondo il tipo e qualità che, messe a contatto con soggetti umani, possono a seconda del caso e del soggetto, cedere le proprie energie vitali a seconda del tipo di interazione.

Quindi, tornando a noi, tramite la pratica dell'autodiagnosi kinesiologica (o test muscolare), possiamo conoscere quali pietre e cristalli possono darci attraverso le loro proprietà vitali cio che noi stessi abbiamo bisogno per ripristinare il giusto equilibrio bioenergetico per aiutarci a risolvere tutte le nostre problematiche di salute sia fisiche che mentali, facendo anche un'opera di auto prevenzione

 


MKPortal M1.1.2b ©2003-2007 mkportal.it
Pagina generata in 0.0399 secondi con 13 query