Equilibratore Ionico

Scaricatore Statico o Equilibratore Ionico

equilibratore ionico

Lo Scaricatore Statico rappresenta un semplice sistema per scaricare a terra tutte le energie elettrostatiche che il nostro corpo accumula o può accumulare durante il giorno.

Quante volte abbiamo sentito la scossa toccando la macchina aprendo la portiera per scendere. La scintilla che ne deriva è visibile ad occhio nudo e fa più o meno male a seconda della parte del corpo che tocca la portiera. Quel fenomeno non è altro che una scarica rapidissima e potente di tutta l’energia che abbiamo accumulato fino a quel momento. L’accumulo di queste cariche elettrostatiche non è costante e varia in rapporto a vari fattori. Per esempio con abbigliamento di un tipo piuttosto che di un altro, in base alla umidità dell’aria (più il clima è secco e più è facile accumulare queste energie), passare tempo in un ambiente piuttosto che in un altro, eccetera.
Un sistema semplice per non accumulare queste cariche per esempio è quello di non indossare scarpe con la suola in gomma. Così facendo non ci “isoliamo” dalla terra e quindi un po’ per volta queste cariche si scaricano a terra mediante le scarpe e non riescono ad accumularsi in modo tale da poi scaricarsi in un unico colpo con scintilla.
Evidentemente il contatto con la terra mette il nostro corpo allo stesso potenziale.
Questa tecnica non si usa solo per i motivi sopra menzionati. C’è anzi da dire che stare a contatto con la terra è una pratica che è molto in uso in certi tipi di pratiche meditative. Secondo queste teorie, lo stare a contatto con la terra porta dei benefici tangibili al nostro corpo e scarica le tensioni accumulate. Non necessariamente cariche elettrostatiche, ma tensioni nervose, ansie, ecc.
Per questo motivo viene indicato di camminare a lungo sui prati a piedi nudi, magari dopo la rugiada o una piccola pioggerellina estiva.
Il prato e la terra in quei momenti sono carichi di energie positive e il nostro corpo ne trae un profondo beneficio.


Funzionamento
Purtroppo però non è così facile andare a piedi nudi per i prati. Questo semplice strumento fornisce un contatto diretto con la terra mediante un cavo connesso ad un calorifero o ad una tubatura dell’acqua. Comunque ad un tubo di ferro o un ferro direttamente infissi nella terra. È necessario controllare che il tubo che si vuole utilizzare sia effettivamente connesso alla terra, diversamente il circuito non funzionerà. Nella costruzione si è badato alla semplicità
Una batteria da 9V consente al temporizzatore di occuparsi dello scorrere del tempo. Non essendo necessaria una precisione assoluta, si è costruito un temporizzatore che permette una grossolana scelta del tempo fra pochi minuti e 4/5 ore. Questi tempi possono variare se la batteria non è perfettamente carica.
Si consiglia una batteria da 9V alcalina, in modo che permetta svariati cicli prima di esaurirsi. Essendo a batteria, lo strumento non presenta alcun tipo di pericolosità.
Inoltre, il circuito della connessione a terra è isolato dal circuito del temporizzatore.

USO
L’uso è molto semplice.
·Si collega il coccodrillo, prendendolo per i manici isolati, ad una tubazione sicuramente a terra.
·Si pone il braccialetto attorno al polso.
·Si sceglie la durata approssimativa.
·Si porta l’interruttore in posizione ON.
·Al termine del tempo prefissato verrà emesso un semplice suono continuo che ci indicherà il termine del nostro periodo di “scarica”.
·Basterà allora portare l’interruttore su OFF e scollegare il braccialetto dal polso.
·Si potrà quindi scollegare il morsetto dalla tubazione.


Rilassamento
Ora ci si può rilassare nel modo che più si preferisce.
Si può fare meditazione, ci si può abbandonare allo Yoga, ci si può addormentare, si può leggere. Insomma, possiamo usare questo tempo nel modo che meglio si confà al nostro essere. È consigliabile non stare vicino ad apparecchiature elettroniche ed elettriche in modo da evitare di stare nel campo elettrico da queste sviluppato.
Inoltre, se queste apparecchiature hanno una dispersione, si eviterà di creare una situazione di pericolo. Non bisogna dimenticare mai che siamo collegati alla terra e quindi siamo un veicolo privilegiato per eventuali scariche elettriche, in pratica siamo un conduttore. L’apparecchio fornisce una connessione alla terra non proprio diretta, secondo standard in uso comunemente, in modo da diminuire di molto eventuali pericoli. Una precisazione. Anche se il temporizzatore fornisce tempi di diverse ore, per i nostri scopi non è necessario sfruttarle tutte. Un paio di ore sono più che sufficienti.

Per Ordinare questo prodotto, contattare

rogermor@tin.it

 


MKPortal M1.1.2b ©2003-2007 mkportal.it
Pagina generata in 0.66543 secondi con 13 query