Metodo Kirlian

La tecnica della Camera Kirlian

foto kirlian

<<< FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO BASE DI RADIONICA E RADIESTESIA 160Kb - FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO AVANZATO DI RADIONICA E RADIESTESIA 241 Kb - FREE DOWNLOAD DISPENSA CORSO DI GUARIGIONE NATURALE CON LE GUIDE SPIRITUALI E LA RADIESTESIA 94 Kb - DISPENSA CORSO REIKI 1° GRADO - DISPENSA CORSO REIKI 2° GRADO - DISPENSA CORSO REIKI 3° GRADO (MASTER) >>>

Questa tecnica è stata inventata negli anni trenta da un fotografo russo, Semeyon Kirlian, e consiste in una elettro-fotografia (oggi a colori) che mette in evidenza il cosiddetto "effetto corona" prodotto dalla scarica ad alta tensione (oltre 6000 volt) e ad alta frequenza (circa 10000 Hz) che avviene fra l'oggetto da fotografare ed una piastra conduttrice della macchina.
L'oggetto da fotografare può essere inanimato oppure (è il caso più comune) è la mano del sensitivo-pranoterapeuta oppure del paziente.
Si ottengono immagini molto suggestive e pittoriche che mostrano tipi-camente un alone luminoso più o meno accentuato attorno alle dita e alla mano del soggetto.
Da queste foto gli aspiranti pranoterapeuti ricavano spesso la convinzione di possedere straordinarie capacità concesse solo a pochi comuni mortali.
Il problema principale con la foto Kirlian è che manipolando opportunamente i parametri della macchina (tempi di esposizione, tensione delle correnti e loro frequenza, qualità della pellicola, modalità di sviluppo) si possono modificare i risultati entro ampi limiti.
Peraltro, anche se si tengono rigorosamente costanti i parametri della macchina e dello sviluppo, si osservano differenze significative sullo stesso soggetto a distanza di ore e giorni.
Come interpretare le differenze individuali nella forma e qualità degli aloni luminosi che circondano le dita della mano? Il principale parametro che determina l'alone attorno le dita è dato dalla umidità cutanea (la pelle emette continuamente vapore acqueo, e questo è un gas conduttore che contribuisce in modo determinante all'effetto corona).
L'effetto corona si ottiene anche fotografando oggetti metallici, i quali sono conduttori, ma non emettono sicuramente prana.
Se si riveste la mano con un sottile guanto di materiale plastico isolante (esempio guanti da chirurgo in polivinile) l'effetto corona scompare quasi del tutto. Pertanto non ha senso considerare l'alone attorno alle dita come una prova diretta dell'esistenza del "fluido" in quanto si tratta soprattutto di vapore acqueo, che può essere bloccato da un sottile strato di materiale isolante. Il presunto "fluido" o "prana", se fosse quello fotografato dalla Kirlian, non dovrebbe certo essere facilmente bloccato in questo modo, dato che nella comune descrizione data dai pranoterapeuti viene immaginato come un quid in grado di agire a distanza, e di penetrare in profondità nel corpo del malato.
Detto questo, occorre dire che la foto Kirlian può mettere in evidenza variazioni di conducibilità elettriche della pelle che sono in diretta relazione con variazioni della sudorazione, che a loro volta sono fortemente connesse con variazioni dello stato emozionale, oppure con altri parametri psicofisiologici.
In particolare la relazione che esiste fra conducibilità elettrica cutanea e stati emozionali è nota in psicofisiologia da moltissimi anni e correntemente utilizzata da molti medici e psicologi tramite opportuni strumenti attualmente in commercio.
Esiste anche una diffusa interpretazione delle foto Kirlian secondo criteri proposti dal medico tedesco Mandel, che mette in relazione forma ed ampiezza degli aloni luminosi attorno alle dita di mani e piedi con tutta una varietà di disfunzioni organiche. Sulla validità di tale correlazione è molto difficile esprimere un'opinione, trattandosi comunque di teorie che si pongono al di fuori della medicina convenzionale.
Si può solo affermare con una certa sicurezza che la foto Kirlian non può costituire una prova dell'esistenza del "prana" così come sostenuto nell'ambiente dei pranoterapeuti, mentre potrebbe costituire un mezzo diagnostico indiretto per molte malattie, sempre che si possa dimostrare la corrispondenza fra "segni" sulla foto e le varie malattie.

FORUM

kirlian camera

 


MKPortal M1.1.2b ©2003-2007 mkportal.it
Pagina generata in 0.64619 secondi con 13 query