Il Training e considerazioni varie
IL TRAINING E CONSIDERAZIONI VARIE

Lo scopo del seminario di Reiki di primo grado è quello di ricevere uno strumento potentissimo di training energetico da effettuare in qualunque luogo e momento tranquillo della giornata.
L’energia Reiki della persona armonizzata dal maestro nel corso del seminario, fuoriesce dalle mani e si attiva spontaneamente, dopo brevi e semplici preliminari, ogni qual volta le appone ovunque ce ne sia necessità (irradiando con profondità di circa 30 cm in modo concentrato) dando l’opportunità di effettuare il training, oltre che per se stessa, anche per le altre persone, divenendo così una tramite, un ponte o canale fra l’energia Universale e ricevente oltre a beneficiarne in prima persona.
Il training si effettua mediante l’apposizione delle mani, mantenute per un certo tempo variabile da tre a cinque minuti (o volendo anche di più) per posizione sui Chakras (o ovunque nel corpo riteniamo opportuno) ottenendo così una crescente apertura dei medesimi, rimuovendo blocchi energetici che col tempo si erano venuti a creare, accellerando ed avviando così processi di riequilibrio e di disintossicazione.
Ciò comporta innumerevoli vantaggi come la prevenzione di malattie, longevità, positività e chiarificazione nonché eliminazione di blocchi inconsci emozionali e mentali accumulati che sono la causa di ogni malattia e disarmonia.
Per effettuare un corretto training, come prima cosa occorre sdraiarci o far sdraiare chi trattiamo comodamente a stomaco vuoto, in un locale il più possibilmente tranquillo a luci soffuse, magari con un po’ di musica rilassante bruciando qualche incenso, accertandoci che nessuno ci possa disturbare nel corso del training, staccando se necessario citofoni e telefoni.
La prima volta che si esegue un trattamento su di una persona è molto importante consigliare 4 giorni di training consecutivi che rappresentano l’impatto energetico necessario a creare l’equilibrio a livello dei Chakras; in seguito, basterà programmare un trattamento ogni quando lo si desideri o ce ne sia necessità.
Ricordarsi che durante l’auto/training, dall’inizio alla fine, per nessuna ragione il contatto fra le vostre mani e il corpo di chi trattate voi stessi compresi, non si deve interrompere; sia prima che dopo ogni training lavatevi bene le mani con acqua fredda.
Fate togliere le scarpe alla persona trattata e se potete anche voi stessi; assicuratevi che la persona compreso voi, non siate a contatto con oggetti metallici come orologi, orecchini, anelli, cinture, collane, ecc…..(una tuta come abbigliamento per entrambi è sempre l’ideale); fate attenzione durante il training che la persona non incroci gambe o braccia compresi voi stessi.
E’ consigliabile non parlare assolutamente durante il training, in caso la persona dovesse sfogare
in maniera eclatante i propri blocchi inconsci come piangere, ridere o altro (ma ciò non è una regola), lasciatela comunque fare e procedete il vostro trattamento in silenzio fino alla fine.
Prima di iniziare un qualsiasi training di Reiki, chi lo esegue dovrà fare per un certo tempo la centratura tenendo le mani sul proprio cuore (come per trattarlo) e rimanere concentrato per stabilire il contatto con l’energia Universale che si attiverà immediatamente; dopo circa un minuto o quando vi sentite pronti potete procedere; se trattate un’altra persona, prima di iniziare con la prima posizione, fate l’accarezzamento dell’aura per tre volte sia all’inizio che alla fine compresa la centratura.
Le mani di chi tratta devono essere unite e toccarsi tra loro, comprese tutte le dieci dita, di modo da concentrare meglio l’energia incanalata sul punto da trattare (facendo eccezione
ovviamente alle posizioni dove le due mani sono separate).

Video Lezione N.1 - I preliminari per fare un trattamento Reiki


 

 


MKPortal M1.1.2b ©2003-2007 mkportal.it
Pagina generata in 0.08177 secondi con 13 query