Breve storia del Reiki
BREVE STORIA DEL REIKI

Circa alla fine del 1800, un monaco cristiano giapponese di nome Mikao Usui, ebbe l’idea di ricercare fra gli antichi testi sacri orientali ed occidentali, gli insegnamenti di guarigione tramandati dal buddismo e cristianesimo.
In anni di ricerche fra biblioteche di mezzo mondo, Usui non riuscì a trovare risposte convincenti al suo quesito, o per lo meno risposte più chiare in materia. Per questo motivo, decise di trasferirsi un breve periodo, per l’esattezza ventun giorni, in un monastero Zen in oriente. Questo breve ritiro spirituale di meditazione, gli permise di completare la sua ricerca, ricevendo direttamente dal Cosmo l’iniziazione a questa disciplina che poi chiamò Reiki e tutte le direttive per poterla incanalare, trasmettere e insegnare. Sicuramente non esistono documenti ufficiali che comprovano tutto questo, e quindi si può parlare quasi di leggenda; sappiamo solo per certo, che da lui è partita tutta una serie di discendenze di maestri che da allora fino ad oggi è in continua espansione, per i risultati reali che il Reiki ha offerto e offre.
Il primo maestro oggi conosciuto che Usui ha formato nel 1925, oltre a circa altri 16 ignoti, è Chujiro Hayashi, che fondò poi in occidente alle isole Hawaii, la prima Clinica Reiki. Hayashi, oltre a formare a sua volta circa 12 ignoti maestri, annunciò nel 1938 il suo successore di nome Hawayo Takata che formò poi 22 maestri fino a quando morì negli anni ’80. Come poi il Reiki sia giunto in America e successivamente in Europa, si perde nella notte dei tempi.

 


MKPortal M1.1.2b ©2003-2007 mkportal.it
Pagina generata in 0.06256 secondi con 13 query